Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page

Chiarimento - Titoli valutabili

Pervengono numerose richieste di chiarimento in ordine alla necessità o meno di caricare in piattaforma GOMP, ai fini di quanto disposto dall’art. 7 del bando di selezione (Titoli valutabili), anche i titoli culturali che siano stati requisiti per l’accesso alle selezioni per il Sostegno.
In premessa si rammenta che il citato art. 7, con riferimento ai “titoli culturali” fa specifico riferimento agli “Altri titoli di studio universitari di cui all’art. 3 del decreto ministeriale del 22 ottobre 2004, n. 270, di almeno 60 CFU”
A tal proposito si segnala che l’utilizzo dell’avverbio “Altri” nella tabella inserita nel dispositivo dell’art. 7 va inteso nel senso che i titoli da conteggiare ai fini della determinazione del punteggio attribuibile ai titoli non possa comprendere quelli che hanno consentito l’ammissione alla selezione stessa e che, par tale caratteristica, appartengono alla categoria dei “requisiti di accesso”. Potranno quindi essere computati ai fini dell’art. 7 del bando, cioè come “titoli valutabili”, solo quelli ulteriori rispetto a quelli che hanno consentito l’accesso alla selezione e che appartengano alle tipologie previste dall’art. 3 del DM 270/2004.

Nello specifico, appartengono alla categoria dei “requisiti”, la laurea magistrale o a ciclo unico per i candidati che hanno avuto accesso alle selezioni per i percorsi di specializzazione sul sostegno per la scuola secondaria (primo e secondo grado) in ragione del titolo medesimo.
Inoltre, si chiarisce che i 24 CFU, le certificazioni relative alla conoscenza della lingua inglese o altre tipologie di certificazioni, non sono da inserire tra i “titoli culturali” valutabili ai fini della procedura, non rientrando nell’alveo dei titoli previsti dall’art. 3 del DM 270/2004.
Analogamente, si chiarisce che, per le stesse ragioni di cui sopra, non possono costituire titolo valutabile ai fini dell’art. 7 del bando, i periodi di servizio che hanno consentito ad alcuni candidati di accedere alla prova scritta del TFA Sostegno, in ragione di quanto disposto dal decreto Interministeriale n. 90 del 7 agosto 2020.
Tale norma ha infatti disposto l’accesso diretto alle prove scritte del TFA Sostegno, ai sensi dell’articolo 2, comma 8 del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 22, convertito con modificazioni dalla legge 6 giugno 2020 n. 41, i soggetti che nei dieci anni scolastici precedenti abbiano svolto almeno tre annualità di servizio, sullo specifico posto di sostegno del grado cui si riferisce la procedura.

Via dell'Università, 25 (già Salita Melissari) - 89124 Reggio Calabria - CF 80006510806 - Fax 0965 332201 - URP:Indirizzo di posta elettronica dell'ufficio relazioni con il pubblico- PEC:Indirizzo di posta elettronica certificata dell'amministrazione
Feed RSS Facebook Twitter YouTube Instagram

PRIVACY - NOTE LEGALI - ELENCO SITI TEMATICI - ATTI DI NOTIFICA